Social media, come andare incontro agli utenti.

Una ricerca pubblicata di recente negli Stati Uniti conferma che che chi naviga in Internet passa la maggior parte del tempo sui social media, e, solo in minore percentuale, su siti di intrattenimento e di shopping online. I dati vanno nella direzione già prefigurata lo scorso anno dallo studioso di culture digitali Eugeny Morozov che dalle pagine del New York Times decretava la morte del cyberflaneur, ovvero di quel navigatore che, per passare il tempo, navigava senza meta saltando da un sito all’altro, passeggiando per la rete e facendosi sorprendere da nuove scoperte, sito o blog sconosciuti, sempre garantiti dal proprio anonimato.

Oggi navighiamo sempre più “loggati” da un’applicazione o un’altra, contrassegnati dal nostro username. Selezioniamo le informazioni a priori, scegliendo le fonti e scorrendo poi una lista di aggiornamenti che ci vengono recapitati direttamente, via Facebook, Twitter o Rss.

Per chi voglia convogliare gli utenti sui contenuti relativi al proprio business diventa quindi imprescindibile non solo essere presenti sui social con una paginetta o un account, ma andare incontro al proprio target. Conoscerlo, identificarlo e attirarlo a sé, con contenuti sempre più mirati. Si tratta di offrire un vero e proprio patto di fiducia a chi dovrà scegliere di ricevere gli aggiornamenti: sempre meno persone si imbatteranno per caso nel sito o nella pagina di un brand, sempre più persone sceglieranno di seguire ciò che gli viene consigliato da amici e influencer, sempre più persone decideranno se seguire o no un brand in base al tipo di contenuti offerti, che si tratti di intrattenimento, approfondimenti legati alla filosofia del brand o servizi, informazioni utili, promozioni, how to.

Fidelizzare vuol dire innanzitutto ascoltare e poi offrire al consumatore ciò che chiede o suggerisce.
In un ultimo, ma non meno importante step, fidelizzare vuol dire anche coinvolgere: gli utenti che una volta passeggiavano in rete oggi sono sempre più consapevoli, sempre più attivi. Diventano loro stessi creatori di contenuti: recensioni, richieste, ma anche foto, video, racconti.

Monitorare, ascoltare, rispondere e coinvolgere: ecco il mantra da cui ogni strategia di web marketing dovrebbe prendere avvio.