La vostra Brand Community non vuole parlare di voi!

Il vostro Brand è ormai sui social, avete un piano per i vostri contenuti, ma i risultati tardano ad arrivare. Vorreste veder nascere una community, un gruppo di utenti che alimenti conversazioni attorno al vostro Brand.

Ma qual è il segreto per creare una Brand Community? C’è una prima scomoda verità da cui partire: gli utenti non vogliono parlare di voi.

Con le debite eccezioni (le community in cui ci si scambiano informazioni sul corretto utilizzo di un prodotto, ad esempio), gli utenti non inizieranno a parlare del vostro Brand e dei vostri prodotti, senza una motivazione.

Partite al contrario da un’altra domanda: di cosa vuole parlare il target che vorrei coinvolgere? Una community deve nascere attorno ad un concetto chiave, qualcosa che sia davvero importante per gli utenti, che abbia una portata emotiva o un valore funzionale e pratico, che definisca l’identità, il background, il profilo sociale, qualcosa su cui le persone siano disposte a spendere le loro risorse più preziose, tempo e attenzione.

La community potrà allora essere basata su:

  • la diffusione e lo scambio informazioni utili nel vivere quotidiano

  • la diffusione e lo scambio di notizie su una passione comune

  • la condivisione di un saper fare (gli how to)

  • l’appartenenza a un luogo, a un ambiente

  • l’adesione a una pratica di vita

Social media listening: iniziate ascoltando gli utenti, per capire di cosa stanno parlando, le loro esigenze e le loro aspirazioni. Profilate il target con cui vorreste entrare in contatto per comprendere i loro gusti e le loro inclinazioni. Siate flessibili e veloci, pronti a modificare i vostri piani sulla base delle informazioni acquisite dall’ascolto costante.

E poi immaginate e pianificate le attività che vorreste prendessero piede nella community. Create delle abitudini. Utilizzate dei simboli, dei riferimenti condivisi che diventino nel tempo, un linguaggio in comune tra voi e i vostri utenti più fedeli.

70-485